.
Annunci online

 
taniapassa 
Pensieri e parole su società , politica e non solo
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Articolo21
Scuolantimafia
La mia mail
Momix
  cerca

Il cielo stellato sopra di me è la legge morale dentro di me

 

Sign for Scuolantimafia


 

Diario | E se... | Poesie | Occhio generazionale |
 
Diario
1visite.

27 luglio 2010

L'essere adulta

Non vergognarsi della propria tristezza, delle proprie insicurezze , e della propria esistenza, per quanto folle essa sia.

Questo è il compito della donna adulta, non solo sconfiggere orchi neri e continuare, nonostante tutto ,a vivere.

Non solo un corpo sensuale da esplorare e da far vibrare ad ogni carezza e sfregamento,

ma anche orgasmi mentali che conducono i pensieri con le ali a riflessioni sublimi.

Questo è il compito dell'amante adulta


Non solo le carezze di mamma a comporre la parola affetto, ma sistemare il proprio addome, per accogliere i figli del nuovo tempo ad una nuova vita da insegnare. Questo è il compito di una mamma adulta.


Smettendo di essere piccola, anche se ti ha permesso di diventare grande e rimanere viva.............




permalink | inviato da taniapassa il 27/7/2010 alle 15:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 luglio 2010

spazzalo via papà

Ciao papà ,oggi la tua nipotina mi ha chiesto perché non eri venuto al mare, allora io le ho spiegato che eri in cielo , così lei mi ha chiesto:

' zia quando scende'?

Io non ho saputo cosa rispondere, perché tu non scenderai più.

Papino mio se tu fossi qui mi proteggeresti da chi è crudele con me, lo prenderesti in giro e lo spazzeresti via con una risata, e mentre sorrideresti, io capirei che sono frutto del tuo amore e che nessuno mi può sfiorare nemmeno con la crudeltà.

Avevi paura di morire perché mi avresti lasciato sola, ricordi?

Eppure sola ho saputo camminare lo stesso, ed ora che ho scalato montagne mi chiedo se tutto questo blu abbia veramente un senso. E soprattutto come si sostiene l'imponderabile senza di te e la tua spalla.


Mi manchi papà,e nei momenti in cui la vita mi fa male e non riesco a difendermi, vorrei che fossi qui …................ a spazzare via tutto con una risata




permalink | inviato da taniapassa il 25/7/2010 alle 21:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

18 luglio 2010

se si vive si soffre

L'altro giorno come al solito sentivo il respiro che si strozzava in gola, capita spesso e per lunghe ore, ma in realtà respiro, in queste situazioni mi dico “vabè è l'ansia d'altronde ce l'ha l'80% della popolazione, rientri nella maggioranza”.

Così mi sono comprata un libro in aereoporto per distrarmi un po, ho comprato 'L'ultima riga delle fiabe' di Gramellini, bellissimo, però spacca il cuore delle anime sensibili e forse lo rende ancora pi bello.

Perché alla fine se non vibrano le corde delle emozioni, è solo una bella scrittura e nulla più.

Allora vaffanculo anche all'ansia se ce l'ho perché sono una passionale me la tengo e pago

lo scotto così, quello di sentire la vita fin dentro le ossa.




permalink | inviato da taniapassa il 18/7/2010 alle 21:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno        agosto